Rasun Anterselva - Bolzano
VAI ALL'HOTEL
Campo Tures - Bolzano
VAI ALL'HOTEL
Torre a Mare - Bari
VAI ALL'HOTEL
Marebbe - Bolzano
VAI ALL'HOTEL
Eur - Roma
VAI ALL'HOTEL
Logo Bellamonte
Logo Italica
Icon Flag
Icon Contact
Contatti
Icon Offers
Offerte
Icona Meteo
Meteo
23 aprile cielo sereno 15.64 °C
24 aprile cielo sereno 13.88 °C
25 aprile pioggia leggera 12.79 °C
Ita Eng Deu
Prenota Online
Arrivo
23-4-2018
Partenza
24-4-2018

Collegati per aver accesso ad offerte esclusive e sconti da urlo!

Facebook
News | Sport | 7/12/2017
Escursioni con le ciaspole in Val di Fiemme

Escursioni con le ciaspole in Val di Fiemme

Tra i diversi modi di fare escursioni all’area aperta, uno di quelli più apprezzati sulla neve, è per condizioni o per piacere quello con le racchette ai piedi. Andare per montagna con le ciaspole ai piedi significa avere la possibilità di inoltrarsi per panorami incontaminati e stupendi, incorniciati dal candore della neve. La quale arricchisce con un tocco magico, il già fantastico ambiente naturale che spesso il contesto offre.

Ciaspole con neve

Uno dei luoghi che sicuramente offre più spazio per questo tipo di attività, è proprio Bellamonte. Vediamo quali possono essere tre mete interessanti, nei suoi dintorni, con il quale intraprendere delle interessanti escursioni con le ciaspole in Val di Fiemme.

Parco di Paneveggio

L’itinerario di questa meta è particolarmente lungo ma non bisogna preoccuparsi, non è molto difficile. Richiede solo una falcata costante e la voglia di stupirsi. Infatti, l’ambiente di cui si può godere è molto tranquillo e ricco di vegetazione armoniosa. Quella che s’incammina è una strada prevalentemente forestale. Quindi si ha la vera sensazione di intraprendere una camminata nella montagna selvaggia.

Tranquilli, però, perché la zona è sicura e senza pericolo di valanghe. Il tutto inizia con il massimo della grazia e a suggerirlo è proprio il nome della prima parte del percorso: “Bosco dei Violini”. Durante la camminata cambia lo scenario ed è possibile comincia ad affrontare la maestosità delle montagne. All’indicazione della Malga Colbricon incomincia una salita che di norma è immersa dalla neve e prosegue per tutto il percorso. Giunti alla Malga si procede poi verso est e si comincia a scendere leggermente, fino a raggiungere una piccola valle ai piedi del Colbricon Grande. Si continua verso il fondo, sempre in direzione sud est del Passo di Colbricon. Nel caso si volesse procedere e raggiungere il rifugio omonimo, bisogna poi continuare costeggiando la destra della strada.

L’ideale è arrivare in macchina da Predazzo in direzione Passo Rolle. Una volta superato il Centro Visitatori del Parco di Peneveggio, si parcheggia a sinistra del primo tornante e da lì può partire l’itinerario. La lunghezza complessiva del percorso supera i 5 km e richiede all’incirca 4 ore di tempo.

27-03-2010 Piccolo Colbricon

Alpe Lusia

L’escursione si presenta molto semplice e sicura. Con una vista incredibile, grazie al meraviglioso panorama che affaccia su oltre 2000 metri di quota. La camminata volge in direzione di Malga Bocche, o quella che viene più comunemente chiamata La Morea. La partenza si raggiunge dalla seggiovia da Bellamonte-Castelir, dal quale incomincia poi il tratto pianeggiante.

Il percorso è lungo all’incirca 5 km ed è molto battuto. Ideale per ciaspole, sci di fondo oppure attività alpinistiche. L’intero percorso passa per il tracciato del Parco Naturale di Paneveggio. L’intera area è una miscela di natura incontaminata, neve soffice e piccoli animali selvatici che è possibile incontrare nel proprio habitat naturale. Ideale per chi vuole effettuare un’attività ludica, tranquilla e in piena libertà. Accompagnato dal silenzio e dal fascino di panorami innevati. Si presta benissimo per camminate in singolo o in gruppi.

Baita Segantini e Pale di San Martino

Percorso leggermente più lungo è quello che porta alla Baita Segantini. E’ un percorso lungo 6 km, prevalentemente pianeggiante con una sola salita verso la fine, proprio alla volta del rifugio. La ciaspolata è perfetta per apprezzare la meravigliosa vista offerta da Pale di San Martino, sulle cime Cimon de La Pala.

Gruppo delle Pale di S. Martino (Dolomiti)

Dal parcheggio all’imbocco della Val Venegia si percorre la stradina innevata in direzione della Malga Venegia. Il primo tratto dell’escursione fino alla malga è caratterizzato dall’imponente presenza della parete dolomitica del Monte Mulaz. Il panorama sembra quasi fiabesco e tutto il percorso è battuto a dovere, proprio per assecondare una passeggiata armoniosa e tranquilla. In tutto il tempo con le ciaspole ai piedi, è possibile incamminarsi in un paesaggio ricco di soffice neve, ruscelli ghiacciati e meravigliose cime delle Dolomiti. Arrivati alla Baita Segantini si è praticamente oltre i 2180 metri di altitudine, dove è possibile ammirare l’incredibile spettacolo di Passo Rolle e sulle Pale di San Martino. Essendo zona molto aperta è molto più soggetta a cambi repentini del tempo. Meglio informarsi prima delle condizioni climatiche previste sul luogo. L’intera camminata ha una durata di circa 3 ore.

Ti stuzzica l’idea di ciaspolare in Val di Fiemme? Magari anche in notturna sotto un cielo stellato… consulta la nostra offerta Una settimana di sci e non solo, non resterai deluso dalle nostre proposte!